• Roma, Italia
  • September 17, 2019
0 Comments

Il mercato azionario è una rete di investitore dove vengono acquistate o vendute quote azionarie di società pubbliche. Il mercato azionario funziona tramite una rete di borse (Borsa valori), Le società elencano le azioni dei loro titoli in borsa attraverso un’offerta pubblica iniziale o IPO.

Gli investitori comprano queste azioni , consentendo così alle società di raccogliere fondi per accrescere le proprie società. Gli investitori possono acquistare o vendere queste azioni tra loro e lo scambio tiene traccia della domanda e dell’offerta di ogni titolo azionario quotato.

L’offerta e la domanda determina il prezzo di ogni titolo o livelli a cui investitori ed operatori sono disposti ad acquistare o vendere. Gli acquirenti offrono una offerta o un importo più alto che sono disposti a pagare che solitamente è più basso dell’importo richiesto dal venditore. Questa differenza viene chiamata spread bid-ask. Affinché si verifichi l’operazione, un compratore deve alzare il suo prezzo o un venditore deve abbassare il suo. Molti anni fa i mercati azionari hanno avuto un luogo fisico dove contrattare.

Attualmente il tutto avviene elettronicamente, attraverso internet e agenti di cambio online.

Per investire nel mercato azionario ai due opzioni tra cui scegliere, puoi acquistare direttamente titoli azionari oppure, puoi investire tramite i Contratti per Differenza.

Il trading di CFD imita il trading azionario con una differenza che con i CFD, non possiedi fisicamente il titolo azionario, a differenza dei titoli azionario. Questo viene chiamato il mercato azionario CFD per il trading, ed è un’ottima alternativa al trading di titoli azionario tradizionali.

Con il trading CFD apri un contratto tra te il tuo broker di CFD, dove si scambia la differenza del prezzo di entrata di una posizione e il prezzo della chiusura della posizione. Una delle principali differenze tra il trading di CFD rispetto all’acquisto diretto di un titolo azionario, è la leva finanziaria. I CFD sono negoziati a margine, questo vuol dire che non devi versare l’intero valore di mercato per acquistare ma devi versare solo una percentuale del valore complessivo. Questo consente di aprire una posizione di mercato più grandi rispetto a quanto possiamo permetterci, avendo così guadagni più alti, ma anche perdite più alte.

Le differenze chiave tra investire tradizionalmente su titoli azionari e CFD sono essenzialmente tre.

I titoli azionari CFD, possono essere sfruttati i prezzi sia in aumento che in diminuzione.

Il trader non possiede il bene finanziario (attività sottostante) su cui si è aperto il contratto, ma si a un accordo contrattuale con il proprio broker CFD, per scambiare la differenza di prezzo tra il prezzo di apertura della posizione e il prezzo di chiusura della posizione.

A differenza del tradizionale investimento di titoli azionari, un CFD è negoziato a margine, questo vuol dire che un deposito iniziale è depositato presso il broker CFD, il che consente all’investitore di acquistare o vendere un numero di CFD in base a calcoli di margine, che generalmente consentono una leva finanziaria aggiuntiva.

Con questo articolo vogliamo consigliarvi il trading CFD sui titoli azionari, questo perchè anche chi non ha un capitale d’investimento alto può comunque investire nei titoli azionari e avere dei buoni profitti.

Investire direttamente sui titoli azionari, oltre ad essere costoso è molto più rischioso con perdite di capitale ingenti.